Project Description

Voices in Colour

Nato nel giugno 2019 da un’idea di Roberta Sacchetti (conductor), è un coro di donne che desiderano sperimentare insieme diversi generi musicali, ma con un comune denominatore: un significato profondo, legato a un tema, a una situazione, a una storia, a dei sentimenti, a delle emozioni…
Il canto diventa linguaggio universale e omaggio alle donne del mondo.
Le Voices in colour hanno debuttato ufficialmente il 30 novembre 2020 al Circolo Fossolo, ospiti per il tradizionale concerto annuale del gruppo vocale bolognese Blue Penguin.
Baba yetu è la preghiera del Padre Nostro in un canto tradizionale in lingua Swahili ed è il brano che apre il nostro spettacolo “Ubuntu”:
Il senso profondo dell’essere umani solo attraverso l’umanità degli altri.
Ubuntu è un’espressione in lingua bantu che indica “benevolenza verso il prossimo”.
Lo spettacolo, concepito come recital, con canti tradizionali africani, americani e spirituals, letture e proiezioni, è stato proposto il 24 gennaio 2020 nell’ambito delle manifestazioni per il Festival della Storia presso il Circolo San Tommaso d’Aquino e nasce come progetto (elaborato da Roberta Sacchetti con la collaborazione di Annarita Ciaruffoli) sostenuto dal Quartiere Fossolo.
Lo spettacolo si articola sostanzialmente intorno a otto brani che ci aiutano a raccontare, partendo dall’Africa, la tragica odissea degli schiavi neri in America e le figure rivoluzionarie di Martin Luther King con il suo sogno di uguaglianza e di Nelson Mandela con la sua battaglia contro l’apartheid.
Abbiamo potuto esibirci solo in altri due concerti (uno in dicembre per il Quartiere Fossolo e uno in febbraio all’Accademia dei notturni) prima della sosta forzata causa il lockdown, ma abbiamo continuato a provare on line. Appena possibile ci siamo ritrovate per alcune prove in presenza presso la Parrocchia di S. Maria Annunziata di Fossolo, che ci ospita e per la quale ci esibiamo saltuariamente, per preparare il secondo spettacolo dal titolo “Io mi chiamo Joseph” che è stato trasmesso in streaming da 9mqwebtv per la “giornata del rifugiato” il 20 giugno 2020. La storia, notevolmente ridotta, è stata tratta dal libro di Silvana de Mari; siamo riuscite a riproporla per la festa della parrocchia di S. Donnino alla fine di settembre e poi nuovamente una sosta forzata ma … niente e nessuno ci può fermare!
Abbiamo preparato alcuni brani natalizi per fare i nostri auguri con un altro concerto in streaming il 14 dicembre “A different Christmas”, sempre trasmesso da 9mqwebtv, e per l’occasione abbiamo avuto ospite il laboratorio corale “Prendi nota” diretto da Gabriella Monte.
È seguito un altro concerto con letture il 15 febbraio 2021 trasmesso in streaming da “Fermoimmagine” per la Giornata della Memoria. Nostro gradito ospite per questa speciale occasione il violinista e cantante Paolo Buconi.
In cantiere abbiamo due nuovi spettacoli: il primo si intitolerà “I colori della memoria” un viaggio nelle “ferite” di Bologna e tra i segni di speranza intorno a noi; il secondo “Ladies to ladies”, donne per le donne, un viaggio che parla di donne importanti e di donne dimenticate.
Tutti i nostri spettacoli si avvalgono della collaborazione con lettori e musicisti. Hanno collaborato finora con noi: Marco Turco alle percussioni, Gabriella Monte al piano, Francesco Mazzera al basso e Massimo Poeta per la chitarra e la parte tecnica, Hugo Venturelli e Matteo Cincopan alla chitarra, William Coslovi e Paolo Bertoni per le narrazioni.
Crediamo che sia il caso di “gettare uno sguardo su ciò che è stato” soprattutto in questo momento storico che vede riaffiorare comportamenti che si pensava non dovessero più esistere, ma che purtroppo in molti casi erano solamente sopiti o celati dietro una mascher

  • Provenienza

  • Direttore

  • Scheda sul sito

Voices in colour

Informazioni

TIPO DI CORO

Condividi questo articolo